Informazioni utili

Il territorio a cavallo delle province di Bari, Brindisi e Taranto,comprendente i comuni di Martina Franca, Locorotondo, Cisternino, Alberobello, Noci, Putignano e Castellana, è caratterizzato da uno spettacolo unico al mondo. La valle d’Itria con i suoi vigneti ed oliveti, la Selva di Fasano con i suoi boschi di conifere e querce, sono ampiamente disseminate di trulli con i loro muri bianchi, i tetti bruni sui quali spiccano il pinnacolo ed i simboli (magici e religiosi) tracciati con latte di calce.

Alberobello, la “Capitale dei Trulli”, che con i suoi due rioni, ” Monti” e “Aia Piccola”, costituisce l’esempio più rappresentativo e pittoresco della “cultura del trullo”: solo qui infatti i trulli si ritrovano raggruppati a formare un vero e proprio paese, riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. I Trulli offrono uno spettacolo unico al mondo:sono costruiti in pietra a secco e composti da un unico o più ambienti, all’esterno imbiancati e sormontati da tetti conici con “chiancarelle” grigie appoggiate l’una sull’altra, in equilibrio sapiente e suggestivo.

NATIONAL GEOGRAPHIC & LONELY PLANET HANNO DICHIARATO LA PUGLIA TRA LE DESTINAZIONI TOP PER IL 2014 di tutto il mondo. Un successo proclamato dalla classifica dei Best Trips per il 2014 stilata da National Geographic.
La home page del National riporta le immagini della Puglia scattate dal fotografo Francesco Iacobelli. La lista dei Best Trips – stando a quanto afferma lo stessa National Geografic – riflette quanto di autentico, culturalmente ricco, favorevole al benessere mentale e fisico e naturalmente superlativo esiste nel mondo da visitare oggi. La Puglia è uno di questi luoghi, grazie soprattutto alla sua autenticità: “Puglia, Where Old Ways Still Rule” .
Anche nella classifica annuale di Lonely Planet al secondo posto fra le top ten “Best value travel destinations in the world for 2014” c’è ancora la Puglia con una bellissima foto scattata da Michele Galli.
E, intanto sulla scia di tanti articoli apparsi negli ultimi mesi su importanti quotidiani e riviste di fama mondiale è appena uscito un interessante articolo sul New York Post, intitolato “Italy’s Magical Puglia Region” che elogia la Puglia come una terra magica, “un po’ più rustica di altre parti dell’Italia”. “Le sue maggiori città, come Bari, Lecce e Trani sono molto più piccole e meno colme di turisti di Milano e Venezia, ma si possono assaggiare alcuni vini di qualità poco costosi, in una regione che è la terza produttrice di vini e conta ben trenta diverse qualità di uve autoctone”. La Puglia è una terra dove è possibile vivere un’esperienza unica, non solo per il suo mare, i suoi borghi, la sua dimensione rurale e moderna insieme, i suoi castelli e le cattedrali, ma soprattutto per la sua autenticità e la sua enogastronomia.